ORIZZONTI NUOVI “Evandro Lupidi” O.N.L.U.S.
.: Area Riservata :.
 USER:
 PASS:  
 
 » Recupera dati accesso
 » Registrazione utente
 » Iscrizione newsletter
venerdì
23 agosto 2019

  Chi siamo

  Progetti

  Responsabili all'estero

  Coordinatori locali

  Resoconti e statistiche

  Documenti e news
   » In evidenza
   » Altri documenti/news
   » Archivio newsletter

  Galleria fotografica

  Appuntamenti

  FAQ

  Contatti

  Area riservata

  Registrazione

  Links


 
:: IN VETRINA ::

· Decennale dell'Associazione e FESTA A LATERZA
I Video, le Fotografie e la MOSTRA FOTOGRAFICA


· MATERIALI ASSOCIATIVI
Aiutaci a pubblicizzare il Gemellaggio ed i Progetti


· RESOCONTI 5x1000
Aiutaci a servire più bambini - Un gesto generoso solo con una firma!


· TESSITORI DI SPERANZA
Il libro sul Gemellaggio e su don Vincenzo in brasile


· TUTTE LE ALTRE VETRINE
Una raccolta storica delle segnalazioni



 Visita il motore di ricerca dei Siti Cattolici in Italia







 
ALTRI DOCUMENTI & NEWS


09/08/2008: Tonino racconta... IL MIO VIAGGIO IN BRASILE

Il coordinatore di Ginosa Tonino Lamanna, par- tecipante al viaggio 2008, sintetizza in questa riflessione i contenuti di tre settimane intense di esperienze ed emozioni indimenticabili.
Un esempio da imitare e un messaggio per inco- raggiare anche altri - in primo luogo soci, coor- dinatori e benefattori dell'associazione - al volon- tariato o quantomeno a forme di
"turismo" più responsabilie e solidale, che anche la nostra as- sociazione può offrire...
Autore: Antonio Lamanna

Dettaglio della news

Dopo alcuni anni di collaborazione con l’associa- zione “Orizzonti Nuovi” come coordinatore di Gi- nosa, ho maturato fortemente il desiderio di recarmi personalmente in Brasile per vedere da vicino quelle realtà conosciute solo attraverso foto, filmati e testimonianze.
Di certo non è stato facile prendere una tale decisione, perché per la prima volta mi sarei allontanato così tanto e per tanto tempo dalla mia famiglia. Ma, dopo un lungo periodo di riflessione, ho pensato di affiancare Pier Paolo Lamola, presidente dell’associazione, nel viaggio associativo 2008.
In questo mio desiderio sono stato invogliato e sostenuto dai familiari e da coloro che sono coinvolti direttamente o indirettamente nel discorso delle adozioni a distanza e degli altri progetti associativi. Le motivazioni più forti mi venivano dal fatto che finalmente avrei potuto abbracciare Joely, la bimba sostenuta a distanza dalla mia famiglia, e dallo spirito di servi- zio che mi spingeva verso questa terra lontana. Tutto ciò ha fatto si che riuscissi a superare le difficoltà che potevano derivare dall’intraprendere questo viaggio, come volare in aereo per tante ore, vivere in una realtà totalmente diversa dalla nostra, la lingua, il clima, l’alimentazione ecc.

Per raccontare compiutamente tutta la mia esperienza in Brasile avrei biso- gno di scrivere un libro, tante sono state le emozioni provate in quel Paese...
La prima che mi viene in mente è scaturita dall’incontro con alcune famiglie dei bambini adottati che, nonostante i gravi problemi, di varia natura, vivono con grande serenità la propria condizione. Non posso nascondere che la notte, prima di addormentarmi, mi scorrevano davanti agli occhi le immagini viste durante il giorno e che ancora oggi, nel ricordarle, mi suscitano commozione. Man mano che visitavamo le famiglie - di cui abbiamo realizzato un’ampia documentazione -, mi rendevo conto di quanto affetto e riconoscenza sono capaci di dare queste persone e di quanta gioia e serenità sono in grado di trasmettere, pur non avendo nulla!
Tutto ciò è stato per me un grande insegnamento perchè mi ha fatto capire ancora di più quali sono le cose essenziali della vita.

Sicuramente il lavoro è stato tanto ed a volte difficoltoso, soprattutto per riuscire a visitare alcune famiglie residenti in campagne e villaggi non facili da raggiungere. Tuttavia la soddisfazione dei risultati ottenuti ci faceva superare la stanchezza e ci permeteva di riprendere a lavorare la sera, davanti al computer, per mettere ordine al materiale raccolto.
Un’altra grande soddisfazione è stata quella di aver incontrato alcuni ex adottati che col sostegno a distanza si sono fatti strada nella vita diventando insegnanti, impiegati, o altro.
Altrettanto bello è stato vedere la concreta realizzazione di alcuni pro- getti sostenuti dall’associazione, come quello della Fazenda della Spe- ranza, dove lo scorso anno si è impiantata la trasformazione del latte, grazie ad un finanziamento della Regione Puglia, e dove 25 ragazzi ex tossicodipen- denti ed ex alcolisti vivono un’esperienza di recupero guidata dal Vangelo.

Dopo aver visto e conosciuto personalmente queste realtà è nata in me la voglia di andare oltre il semplice volontariato e di impegnarmi più concretamente nell’aiutare chi ha bisogno, cominciando dal sensibilizzare gli altri su questi problemi.
A questo punto sento di voler ringraziare prima di tutto il Signore per avermi assistito in questa bella esperienza e poi tutti coloro che mi hanno consentito di coronarla: il vescovo di Proprià, Mons. Mario Rino Sivieri, per la grande accoglienza e disponibilità; don Vincenzo De Florio (da qualche giorno in Italia, ndr), per il sostegno dato; le suore della Visitazione e le suore di S. Eusebio per l’ospitalità e l’affetto manifestato; più in generale, tutti i Responsabili che ci hanno accompagnato lungo questo bel percorso.
Anche la collaborazione prestata da due giovani fidanzati, Fabio e Antonella, ha permesso di integrare il lavoro programmato. La loro presenza ed il loro altruismo rappresentano un segno di speranza in un mondo in cui ognuno sembra essere concentrato solo su se stesso.
E per finire, rivolgo un grazie affet- tuoso a Pier Paolo, mio compagno di viaggio, per il coinvolgimento e la piena dedizione in questa grande avventura.

Tonino Lamanna


Anche da parte mia devo ringraziare di cuore Tonino, instancabile “fotografo”, per la disponibilità e volontà dimostra- te nel seguire tutti gli appuntamenti, per l’aiuto nella classificazione delle migliaia di fotografie scattate, per la mediazione da buon “padre di famiglia” esercitata in certi momenti, per la pa- zienza nel sopportare la mia pignoleria!
Gli auguro altresì di continuare in que- sta direzione, con un impegno sempre più coinvolgente...

Pier Paolo Lamola




» Ritorna all'elenco delle News «
 

 
 
:: DOCS & NEWS ::

 
 
:: NEWSLETTER ::

ORIZZONTI NUOVI “Evandro Lupidi” [O.N.L.U.S.] - S.S. 100 – 74010 S. Basilio Mottola (TA) - © copyright 2019   [ p.viste: 1761801]